VENERDÌ 6 LUGLIO 2001

RISVEGLIO:
della terra e della cultura locale
Convento di Santa Maria di Castello, Genova

Seminari
MATTINO - 9.30

(Sala del Refettorio)
Ivan ILLICH
La diversità come valore e garanzia di tutela dell’identità. (1 parte)

(Sala della Cisterna)
Jean-Marie PELT
La biodiversità: un patrimonio a rischio di erosione.

POMERIGGIO - 16.00

(Sala del Refettorio)

Ivan ILLICH
La diversità come valore e garanzia di tutela dell’identità.
(2 parte)


(Sala della Cisterna)
Hope SHAND
Farmer’s rights:
patrimonio varietale e diritti delle comunità rurali.

Per partecipare occorre compilare l’apposita scheda e inviarla all’Organizzazione.
Servizio di traduzione simultanea in cuffia.


Il Conservatorio delle Cucine Mediterranee nasce nel 1998 con lo scopo di difendere e valorizzare il patrimonio gastronomico e culturale dei Paesi che appartengono all’area mediterranea.
Esso ha  sede ad Arles (Provenza) ed è formato da una rete internazionale di “Sezioni federate” locali in rappresentanza dei vari Paesi tra cui la Catalogna, la Proven-za, la Linguadoca, la Grecia, il Libano, il Marocco, la Tunisia e, in Italia, il Genovesato e la Romagna.
Ciascun partner, sul suo territorio, si impegna a elaborare progetti volti a pre-servare ed arricchire i saperi e le espressioni della cultura locale nel campo agro-alimentare. Esso è altresì un luogo di riflessione pluridisciplinare che si pone tra gli obiettivi la ricerca, l’archiviazione e la diffusione di un insieme di tradizioni, di procedure e usi, che abbiano un legame intimo con il luogo di appartenenza.


SABATO 7 LUGLIO 2001

RISVEGLIO:
della terra e della cultura locale

…spazi, valori e diritti delle comunità
Convegno internazionale

LOGGIATO SUPERIORE ore 16.00

Saluti di benvenuto

Marta Vincenzi Presidente della Provincia di Genova
Marisa Bacigalupo Assessore al Turismo, Commercio e Artigianato della Provincia di Genova
Segue un confronto di idee sul tema del convegno
Introduce: Massimo ANGELINI ph. d. Storia rurale, Coordinatore della Rete Nazionale per la Conservazione delle Varietà e delle Razze Locali, Genova

Partecipano alla conversazione:
Edward GOLDSMITH fondatore del «The Ecologist», autore di Glocalismo. Alternative strategiche alla globalizzazione, Londra
Ivan ILLICH pensatore, critico delle istituzioni, fondatore del Centro Intercultural de Documentaciòn [CIDOC], Cuernavaca
Jean-Marie PELT presidente e fondatore dell’ Institut Européen d’Ecologie, autore de L’orto di Frankenstein, Metz
Hope SHAND economista, direttrice del Rural Advancement Foundation International [RAFI], Ottawa
Teodor SHANIN economista, direttore della School of Social Sciences, Mosca
Giannozzo PUCCI direttore dell’«Inventario della Terra Italiana», ideatore della «Fierucola del pane», Fiesole
Fiorenzo TOSO linguista, storico della lingua e della letteratura genovese, Università di Saarbrücken.

Per partecipare occorre compilare l'aposita schedae inviarla all'Organizzazione: Servizio di traduzione simultanea in cuffia.

CHIOSTRO DELL'ORTO CONVENTUALE ore 20.00
Dibattito conviviale sui temi della giornata. Prodotti e ricette del Genovesato. (ad invito)
Anima il convivio: Luigi VERONELLI giornalista ed enogastronomo, direttore di «Ex Vinis»

SABATO 7 LUGLIO
DOMENICA 8 LUGLIO 2001


In questi due giorni, nel Chiostro Inferiore del Convento di Santa Maria di Castello,si terrà un mercatino di esposizione e degustazione.
Nei vari stands i produttori agricoli, selezionati tra i principali collaboratori del Conservatorio, faranno degustare i propri prodotti, dimostrando la politica di intervento della Sezione Federata del Genovesato nel campo della protezione e diffusione delle produzioni legate alla cultura locale.
Altri stands saranno riservati alla degustazione di cibi della tradizione locale (focaccia, farinata, cuculli, panisse, ecc)
Una manifestazione collaterale all'evento di pensiero e di studio; in pratica una sagra, o se vogliamo, una festa pae-sana come tante che si svolgevano e si svolgono tuttora.
Il pubblico può accedervi liberamente da Via Santa Croce Sabato e Domenica ore 11.00/22.00.


I Baccellieri

...come una piccola compagnia di attori itineranti del passato.
Allieteranno i momenti di festa nel chiostro con la rappresentazione "Itinerarium", viaggio nel tempo attraverso l'incontro con personaggi della cultura popolare e non solo: la strega, la casalinga, l'alchimista, il poeta.
Durante il convivio di Sabato sera, nel Chiostro dell'Orto, faranno rivivere le gesta eroiche di Guglielmo Embriaci alla conquista di Gerusalemme: scene dalla Prima Crociata, viste dalla parte dei conquistatori Genovesi e da quella degli Arabi assediati.


La cena conviviale sarà preparata a cura de

LA BRINCA "Trattoria con fóndego da vin" di Campo di Ne (GE)
in rappresentanza dell'Associazione Culturale Valgraveglia a Tavola, aderente al Conservatorio delle Cucine Mediterranee - Seçion Federâ da Tæra Zeneise.
HOTEL "PALAZZO FIESCHI" di Savignone (GE) in rappresentanza
dell'Associazione Albergatori e Ristoratori della Valle Scrivia, aderente al Conservatorio delle
Cucine Mediterranee - Seçion Federâ da Tæra Zeneise.